UEL – La Lazio domina a Marsiglia, Milan affondato a Siviglia

Giovedì europeo per le italiane. La Lazio ed il Milan arrivano a questo appuntamento europeo in modo diverso.

La squadra di Simone Inzaghi si presenta al Vélodrome dopo la vittoria in casa del Parma domenica scorsa che scaccia via la delusione post derby. Fuori Luis Alberto, deludente in questa parte di stagione, dentro Caicedo. Dopo 10′ è già vantaggio biancoceleste sul Olympique de Marseille con il gol di Wallace. La Lazio domina in mezzo al campo e raddoppia nel secondo tempo con Caicedo. Gol di Payet per i francesi che a nulla serve, soprattutto dopo l’eurogol di Marusic allo scadere che fissa il punteggio sul 1-3. Con questa vittoria la Lazio sale a 6 punti al secondo posto nel girone, primo l’Eintracht Francoforte a quota 9 punti dopo la partita con l’Apollon Limassol (2-0) che si ferma a un solo punto, così come il Mariglia.

I ragazzi di mister Gattuso sprofondano in una crisi che al momento non vede luce. Il Milan si presenta al Giuseppe Meazza con il morale molto basso, dopo la sconfitta con l’Inter nel derby. Così i rossoneri escono battuti per 1-2 dagli spagnoli del Betis Siviglia. Passano in vantaggio proprio i biancoverdi con il gol di Sanabria al 29′, e raddoppiano con Lo Celso al minuto 55′. Il gol del solito Cutrone al 82′ non basta alla squadra di Gattuso che si ferma a 6 punti nel girone, scavalcata proprio dal Betis che sale a 7 punti. A 4 punti l’Olympiacos dopo la vittoria sul campo del Dudelange (0-2) che rimane a 0.

Chi ben comincia

Ci hanno sempre insegnato che “chi ben comincia è già a metà dell’opera“. Talvolta però non è proprio così. Cominciare bene una nuova avventura, sia che si parli di un campionato o di un torneo estivo, sicuramente ha i suoi vantaggi. Se è dunque vero che si è a metà dell’opera, è altrettanto vero che rimane l’altra metà dell’opera da realizzare. E qui si fa la differenza. Cominciare bene aiuta, riconfermarsi ogni volta premia. È così per ogni cosa.

Vorrei dunque cominciare bene questa nuova avventura. Vorrei portare ad ognuno di voi il mio pensiero sulle vicende sportive che giorno dopo giorno seguo. Mi aspetto di trovare gente della mia stessa pasta. Non ho intenzione di fare informazione sportiva, non mi riguarda. Qui si parla di emozioni, riflessioni, critiche.

Lo sport è la nostra vita.